fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio
Prima Nazionale

Fanny & Alexander, Muziektheater Transparant, Claron McFadden, Emanuele Wiltsch Barberio

The Garden


The Garden di Fanny Alexander è un’istallazione per 7 schermi voce ed elettronica, che oscilla tra una natura morta di matrice barocca e un documentario contemporaneo per riflettere sul tema della sofferenza nelle arti. «Perché nell’arte ricorre così spesso un soggetto come quello della sofferenza? Non siamo forse nient’altro che consumatori del dolore altrui o esiste in noi veramente uno spazio per la compassione? C’è una bellezza sublime nella sofferenza? Un’ambiguità? Quali sono le storie del nostro tempo che riverberano questa sofferenza? Deve l’arte assorbire questa istanza?».

Per rispondere a queste domande il regista Luigi De Angelis insieme al soprano Claron McFadden e il compositore Emanuele Wiltsch Barberio allestisce una galleria musicale di lamentazioni e memorie musicali del passato che richiamano il tema della sofferenza: da Monteverdi a J. C. Bach, da Nina Simone a Giovanni Legrenzi, passando per Barbara Strozzi e John Downland. Le inarcate della voce, avvolte in una dimensione musicale elettronica contemporanea divengono testimonianza emozionale dell’altrui sofferenza e protagoniste di un video/concerto a metà tra natura morta barocca e rituale contemporaneo.

Crediti

ideazione, regia, drammaturgia, video: Luigi De Angelis
costumi (video): Chiara Lagani
vocals: Claron McFadden
live looping: Emanuele Wiltsch Barberio
regia del suono: Damiano Meacci (Tempo Reale) 
fragranze odorose: Integra Fragrances

una produzione Fanny & Alexander / E Production, Muziektheater Transparant
co-produzione: Romaeuropa Festival, Klarafestival
debutto: Romaeuropa Festival, ottobre 2021