fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio
In corealizzazione con Fondazione Musica per Roma

Max Richter - Max Richter & Ensemble - Finnish Baroque Orchestra

The Blue Notebooks – Recomposed: Vivaldi’s – The Four Seasons


Sono pochi i musicisti che hanno saputo coniugare gusto post-minimalista e spiccata emotività conquistando l’attenzione delle grandi platee internazionali. Max Richter è uno di questi. Il grande musicista britannico presenta al REf21 un live dedicato a due dei suoi più grandi successi:

The Blue Notebooks (con Max Richter & Ensemble)

Scritto originariamente nel 2003 e ripubblicato nel 2018, The Blue Notebooks è una protesta sottile e pacifica contro la brutalità politica, sociale e personale. L’album include testi narrati dal libro Quaderni in Ottavo di Franz Kafka, secondo il compositore un riflesso «del mio senso della politica del tempo. Nella preparazione della guerra in Iraq, i fatti iniziavano ad essere sostituiti da affermazioni soggettive che la portavano ad essere vista come inevitabile e giustificata nonostante tutte le prove del contrario. L’utilizzo dell’assurdo da parte di Kafka per indagare le strutture del potere mi ha colpito come qualcosa di estremamente rilevante. È ovviamente il santo protettore del dubbio, e il dubbio – sulla politica e sulle direzioni in cui si muove la società – era ciò che volevo esprimere. I testi sono stati scelti appositamente perché si riferiscono all’infanzia, o al passare del tempo, quando tutto intorno sta fallendo» racconta Richter.

Recomposed by Max Richter – Vivaldi’s The Four Seasons (con Finnish Baroque Orchestra

Nonostante abbia scartato i 3/4 del materiale originale di Vivaldi, Max Richter ha mantenuto onnipresente, nella sua rielaborazione delle Quattro Stagioni, il DNA musicale del compositore italiano. Realizzato insieme al violinista Daniel Hope e all’orchestra sinfonica Konzerthaus Kammerorchester Berlin diretta da André de Ridder, oggi eseguito dal vivo con la Finnish Baroque Orchestra, l’album ha raggiunto la vetta delle classifiche musicali dedicate alla musica classica in ben 22 paesi.