GIORGIO BARBERIO CORSETTI – Gospodin

GIORGIO BARBERIO CORSETTI – Gospodin

PRIMA ASSOLUTA
12 – 16 novembre
Teatro Eliseo

PROGRAMMA DI SALA
APPENA FATTO!

Nell’ambito di Appena Fatto! l’incontro con l’autore Philipp Löhle è realizzato in occasione di Fabulamundi. Playwriting Europe, organizzato da PAV, Off Limits (ES), Teatrul National Targu Mures (RO) e La Mousson d’Eté (FR), con il supporto di Programma Cultura dell’Unione Europea.

«È eroicamente testardo, sperimenta il mondo con il suo poetico e tragico rifiuto dell’unico elemento che fa girare il mondo, il denaro». Così Giorgio Barberio Corsetti descrive il protagonista, interpretato da Claudio Santamaria, della sua nuova regia teatrale “Gospodin” di Philipp Löhle. Artista associato del teatro Maksim Gor’kij di Berlino, Löhe è un giovane autore che si è distinto per i suoi testi dal carattere acido e surreale, ma di grande efficacia drammatica. A rivelarlo in Germania prima e in Francia poi proprio “Genannt Gospodin” (“Detto Gospodin”), quella che potremmo definire una tragicommedia del rifiuto. A Santamaria dunque toccheranno i panni di un giovane a metà tra l’antagonista, l’alternativo e il buddista: Gospodin, infatti, rifiuta ogni rapporto con il danaro che tuttavia gli viene donato, senza che lui lo chieda, da gente che lo vede passeggiare per la città con il suo lama. Una vita felice, almeno sembrerebbe, finché Greenpeace, in difesa degli animali, glielo porta via. È solo l’inizio, perché la fidanzata lo lascia portandogli via il letto e i mobili, il suo amico del cuore, un artista, gli sottrae invece il vecchio televisore per farci una video installazione: è un vortice di paradossi a portare via Gospodin, sempre più in mezzo ai guai, fino a una soluzione -la più paradossale- che finalmente lo vedrà felice. Una parabola spietata sull’umanità, alternativa e integrata, che trova nella sensibilità di Barberio Corsetti un regista che ha saputo spaziare dai classici al mito, al cabaret, all’opera lirica, facendo interagire i linguaggi del corpo e della tecnologia -in questo caso graphic animation, video mapping e chroma key- con suggestione, delicatezza, ironia.

regia Giorgio Barberio Corsetti
con Claudio Santamaria,Valentina Picello e Marcello Prayer
traduzione Alessandra Griffoni a cura del Goethe-Institut
scene Giorgio Barberio Corsetti e Massimo Troncanetti
costumi Francesco Esposito
luci Gianluca Cappelletti
graphics Lorenzo Bruno e Alessandra Solimene
video Igor Renzetti
musiche Gianfranco Tedeschi e Stefano Cogolo
regista assistente Fabio Cherstich

una produzione Fattore K. / L’UOVO Teatro Stabile Di Innovazione
in collaborazione con Romaeuropa Festival

si ringrazia Progetto ABC Arte Bellezza e Cultura, Rialto Santambrogio, Cinepizza

fattorek_cmyk    logo_luovoBIG    GI_Logo_vertikal_gruen_CS