Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Nicola Sani


Nato a Ferrara nel 1961, dopo le prime esperienze musicali con Maura Cova studia composizione con Domenico Guaccero e musica elettronica con Giorgio Nottoli, perfezionandosi grazie ai seminari di composizione di Karlheinz Stockhausen e di informatica musicale del CSC dell’Università di Padova e dell’IMEB di Bourges (Francia). Compositore eclettico (opere strumentali, elettroacustiche, teatro musicale, danza, installazioni multimediali), Nicola Sani ha ottenuto nella sua carriera commissioni da numerose istituzioni internazionali, comprese il WDR-Studio Akustische Kunst di Colonia, la Technische Universität di Berlino, la Triennale di Colonia, la Musik der Jahrhunderte di Stoccarda e l’INA GRM di Parigi, ricevendo inoltre la Commande d’Etat del Governo Francese per una nuova creazione per il Festival Synthése 2000 di Bourges.
In Italia ha collaborato con la RAI-Radiotelevisione Italiana, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il Teatro di Roma, il CIDIM-Comitato Nazionale Musica, Nuova Consonanza, il Festival Musica Presente presso il Teatro Alla Scala di Milano ed il Festival Romaeuropa.
La sua passione per lo spettacolo e le arti visive lo hanno portato a lavorare tra gli altri con Michelangelo Antonioni, Daniele Abbado, Roberto Andò, Nam June Paik, Ugo Gregoretti, Fabrizio Plessi, Studio Azzurro, Compagnia Corte Sconta, Gianni Carluccio.
Un discorso a parte merita la collaborazione con Mario Sasso, con cui nel 1990 ha vinto il Prix Ars Electronica di Linz (Austria) per la composizione video Footprint, prodotta da RaiSat, e con cui ha realizzato inoltre le installazioni intermediali Le città continue/La stanza di Vertov (1996, Sonambiente, Berlino), Omaggio a Giacomo Leopardi (1998, Quadriennale Roma) e La torre delle trilogie (1998, su commissione de “I Guzzini”): quest’ultima è stata presentata nei più importanti musei internazionali, ha ricevuto il Premio Guggenheim ed ha rappresentato l’Italia all’Expò Universale di Hannover 2000.
Curatore e consulente per diverse istituzioni (Festival Arte Elettronica di Camerino, IUC-Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, Progetto Sonora, sostenuto dai Ministeri degli Affari Esteri e dei Beni e delle Attività Culturali), collabora anche con il quotidiano “l’Unità” ed il settimanale “Diario” ed è autore dei libri Informatica: Musica/Industria e Musica Espansa.
Il suo catalogo è edito dalle Edizioni Suvini Zerboni di Milano.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.