fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio
Prima Nazionale

Claudio Monteverdi / Benjamin Abel Meirhaeghe / Doon Kanda

Madrigals


Classe 1995, regista teatrale e d’opera, Benjamin Abel Meirhaeghe ha disegnato con la sua produzione artistica un terreno di ricerca originale, fluido, queer. Passato, presente e futuro, tradizione e innovazione, convivono in tutti i suoi spettacoli compreso Madrigals, lettura contemporanea dei Madrigali guerrieri et amorosi di Claudio Monteverdi. Per fronteggiare questa avventura Meirhaeghe si è servito del supporto di un’altra figura emblematica della creatività contemporanea e dell’odierno avant-pop musicale: (Jesse) Doon Kanda, collaboratore di Björk ed Arca e tra i compositori che stanno contribuendo maggiormente alla reinvenzione delle sonorità e dell’immaginario della pop music internazionale.

Con lui il regista ha modellato le opere vocali sulla guerra e sull’amore di Monteverdi in un grido di libertà alimentato dalla passione e da uno spirito combattivo. In una caverna (chiaro riferimento al mito di Platone) un gruppo di cantanti e musicisti accende il fuoco per una nuova iconografia visiva e umana, la mitologia greca lascia spazio ad un rito contemporaneo e disinibito in cui sfumano i confini tra umano e divino e in cui l’amore sembra finalmente liberato da ogni dogma. Meirhaeghe ci invita ad abitare un rituale per trascendere la sofferenza dell’umano e i suoi orribili atti di guerra e raccontare, invece, tutte le lotte per la libertà dell’amore.

In fondo, direbbe Monteverdi, «Ogni amante è guerrier».

Bio

Benjamin Abel Meirhaeghe (Eine, 1995) è un regista, interprete e controtenore belga di teatro e opera. Attualmente lavora in Belgio e nei Paesi Bassi, tra gli altri con detheatermaker, Opera Ballet Vlaanderen, muziektheater Transparant, deSingel, Ancienne Belgique e Vooruit Arts Center.  Cresciuto a Eine si è trasferito a Gand all’età di quindici anni e ha qui completato gli studi secondari  presso l’istituto d’arte Ottogracht. Ha poi studiato arti dello spettacolo alla Maastricht Theatre Academy. Nel 2018 si è diplomato con il megalomane The Ballet insieme al suo amore e danzatore Emiel Vandenberghe. Dal 2018 è attivo nel panorama musicale e teatrale ed è noto per la combinazione di diverse forme d’arte. Ha creato le performance musicali My Inner Songs e My Protest con Laurens Mariën, Het Sterven con Kim Karssen e The Ballet, con Emiel Vandenberghe. È stato anche ospite al fianco di artisti come Jan Decorte e Sigrid Vinks. Nel 2019 ha realizzato Ballet de la Nuit, presentato in anteprima a Bourlaschouwburg. Nel 2020 ha debuttato all’Opera Ballet Vlaanderen con il suo pezzo A Revue. Si considera un giullare medievale e pensa il teatro come una macchina per viaggiare nel tempo.

Jesse Kanda  è un artista e musicista residente a Londra. È nato in Giappone e cresciuto in Canada. Oltre alla sua carriera da solista come artista e musicista, è anche noto per le sue collaborazioni con icone dell’avana-pop e della musica elettronica internazionale tra cui Arca, FKA Twigs e Björk, oltre a firmare le immagini per il brand di moda Hood By Air.

Crediti

Ideazione e regia: Benjamin Abel Meirhaeghe
Composizione: Claudio Monteverdi / Doon Kanda (aka Jesse Kanda)
Direzione musicale: Wouter Deltour
Drammaturgia/ricerca: Louise van den Eede
Illuminazione e scenografia: Zaza Dupont, Bart van Merode
Opere del co-curatore: Koi Persyn
Voice coaching: Rosanne Groenendijk
Body coaching: Sophia Rodriguez
Musical coaching: Pieter Theuns
Shibari coaching: Marc BeShibari
Interpretato da: Hanako Hayakawa, Alice Giuliani, Els Mondelaers, Lucie Plasschaert, Khaled Barghouthi, Clément Corrillon, Victor Dumont, Antonio Fajardo
Musicisti/quartetto: Madoka Nakamaru, Wouter Deltour, Pieter Theuns, Rebecca Huber o David Wish
Visual artists: Sanam Khatibi, Justin Fitzpatrick, Thomas Renwart, Anthony Ngoya, Gilles Dusong, Christiane Blattmann, Daan Couzijn, Che Go Eun, Tom Hallet, Nokukhanya Langa, Tristan Bründler
Video: Filip Anthonissen
Costumi: Kasia Mielczarek
Teaser & making off: Charles Dhondt
Fotografia grotta: Thibaut Lampe

Foto © Fred Debrock
Foto © Bart van Merode

Direttori di produzione: Sebastiaan Peeters, Laura Arens
Stage manager: Arthur de Vuyst
Light operator: Danielle van Riel
Sound operators: Karel Marynissen, Bart Celis
Video & sottotitoli: Pieter-Jan Buelens
Tecnici: Pat Caers, Janneke Donkersloot, Kevin Deckers
Assistenza tecnica: Peter Quasters, Anne Van Es
Stagehand: Lars Morren
Assistente di produzione: Pablo González
Intern (assistente alla regia): Ika Schwander

Prodotto da Muziektheater Transparant e d e t h e a t e r m a k e r
In coproduzione con DE SINGEL, Productiehuis Theater Rotterdam, Concertgebouw Brugge, B’Rock Orchestra, C-Takt e Perpodium
Distribuzione ART HAPPENS
In collaborazione con O. Festival for Opera. Music. Theatre, Opera Ballet Vlaanderen, Troubleyn/Laboratorium, Matterhorn VZW
Con il supporto di Flemish Government e Tax Shelter of the Belgian Federal Government
Ringraziamenti a Showtex, Kopspel, Divi-divi e le Caves of Dinant

  • Eco friendly

    Questo sito web consente al tuo schermo di consumare meno energia quando il computer resta inattivo o quando ti allontani. Uno sforzo globale per ridurre il consumo elettrico del pianeta e il livello di emissioni di CO2. Resume browsing
    Riprendere la navigazione