Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

José Montalvo


Nato nel 1955 da rifugiati spagnoli, da bambino José Montalvo era affascinato dalle ampie e coloratissime gonne della compagnia flamenca nella quale danzava sua madre. Più tardi ha studiato arti plastiche e storia dell’arte, ed è stato influenzato dall’inventiva del movimento dadaista. È con Jerome Andrews e con Françoise e Dominique Dupuy che ha iniziato a studiare la danza, seguendo poi gli stages di Carolyn Carlson, Lucinda Childs, Alwin Nikolaïs e Merce Cunningham.
Nel 1988 ha fondato, con Dominique Hervieu, la compagnia Montalvo-Hervieu. Dal 1989 crea le Danses à voir et à danser: eventi pensati per non-ballerini, per far danzare il pubblico, abitanti di quartieri e villaggi, ma anche ospiti di festival o persone incontrate durante le tournées. Per loro scrive delle coreografie attraverso cui possano sperimentare la gioia della danza, strumento prezioso per comunicare con il corpo le proprie emozioni. Nel 1993 firma, con il videasta Michel Coste, Double Trouble, spettacolo nel quale l’immagine tecnologica entra in contatto con il corpo dei ballerini. Da allora, José Montalvo e Dominique Hervieu hanno creato Hollaka, Hollala (1994), La Gloire de Jerome A (1996), Pilhaou-Thibaou (1996) e Les surprises de Mnémosyne (1996, al Maggio Fiorentino per il Balletto del Teatro Comunale di Firenze). La Mitrailleuse è stata la prima opera nella quale la danza ha incontrato l’hip hop, seguita poi da Paradis (1997), il cui successo è stato trionfale. Dal 1998, José Montalvo e Dominique Hervieu sono direttori del Centre Chorégraphique National di Créteil et du Val-de-Marne e nel 2000 l’allora ministro Catherine Tasca ha nominato Montalvo anche direttore del Théâtre National de Chaillot, presso il quale la stessa Hervieu lavora in veste di consigliere. Nel dicembre 1999 hanno presentato all’Opéra National di Parigi Le Jardin io io ito ito (che ha ottenuto un Laurence Olivier Award 2001), seguito da lavori come Le rire de la lyre, Un nioc de paradis (2001), Babelle heureuse (2002), Tati (2004), Paladins (2004, opera di Rameau allestita per il Théâtre du Châtelet di Parigi, con la direzione musicale di William Christie), On danƒe (2005).
Nel 2003 il governo francese ha offerto a Montalvo e Hervieu la direzione del Ballet du Nord di Roubaix, ma dopo un anno di tentennamenti la coppia ha preferito declinare l’offerta rimanendo fedele al Centre Chorégraphique National di Créteil et du Val-de-Marne, che guida tuttora.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.