fbpx

Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Akram Khan - Sidi Larbi Cherkaoui

Zero Degrees


Photo © Piero Tauro

Zero degrees, lo spettacolo della seconda serata, è un esperimento fondato sull’ incontro fra personalità artistiche diverse: con Khan sulla scena c’ è Sidi Larbi Cherkaoui, la musica è di Nitin Sawney e i fantocci che popolano la scena sono firmati da Antony Gormley, artista inglese insignito del Turner Prize nel 1994. I due danzatori s’ incontrano in un lungo duetto che si snoda sulla ricerca degli opposti, il divenire e la morte, l’ ordine e il caos. Lo spettacolo nasce da un incontro fra i due artisti avvenuto nel 1999, quando hanno scoperto la comune doppia cultura, europea e di un altrove; Khan con origini del Bangladesh, cresciuto a Londra e Larbi cresciuto nella compagnia C. de la B. di Alain Platel. come due frecce che provengono da opposte direzioni, a zero gradi. Da segnalare ancora un appuntamento del Romaeuropa, stasera e domani al Palladium. è How Nancy wished that everything was an april fool’ s joke protagonista l’ attore Rabih Mrouè che riesce a descrivere con ironia la tragedia della guerra nel Libano, attraverso i ritratti dei “martiri” che popolano i muri di Beirut.

 

© Francesca Giuliani – La Repubblica

© Foto Piero Tauro

Crediti

Direzione artistica, coreografia e danza Akram Khan, Sidi Larbi Cherkaoui
Drammaturgia Guy Cools
Musiche Nitin Sawhney
Scultura Antony Gormley

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.