Eco

Light

Eco

Light

Torna su
Cerca ovunque |
Escludi l'Archivio |
Cerca in Archivio

Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai


Le origini dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai risalgono al 1931, quando fu fondato a Torino il primo complesso sinfonico dell’Ente radiofonico pubblico, a cui vennero in seguito ad aggiungersi le Orchestre di Roma, di Milano e di Napoli. Voluta fortemente da Fernando Previtali, che ne è stato il primo direttore stabile, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai è stata successivamente guidata da Carlo Maria Giulini, Ferruccio Scaglia, Massimo Freccia e Armando La Rosa Parodi. A partire dalla fine degli Anni Settanta, i direttori principali sono stati Jerzy Semkov, Gainluigi Gelmetti, Gabriele Ferro, senza dimenticare che il podio dell’Orchestra ha ospitato alcune delle migliori bacchette del mondo, da Vittorio Gui a Wilhelm Furtwängler, da Herbert von Karajan ad Antonio Guarnieri, da Igor Stravinskij a Leopold Stokowski, da Lorin Maazel a Zubin Mehta.
Dedicata soprattutto al repertorio tradizionale, ma aperta alla ricezione di nuovi talenti ed energie, l’Orchestra ha accolto inoltre le prime prove di Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Riccardo Muti e Giuseppe Sinopoli. Proprio con il battesimo di quest’ultimo e di Georges Prêtre, nel 1994 è avvenuta la storica riunificazione delle quattro formazioni in un’unica istituzione sinfonica, il cui prestigio si è andato ulteriormente accrescendo negli ultimi dieci anni: a sancirlo sono state anche lunghe tournées che hanno toccato Giappone, Germania, Inghilterra, Irlanda, Francia, Spagna, America del Sud, Svizzera, Austria, Grecia.
Dal 1996 al 2001 Eliahu Inbal ha assunto il ruolo di direttore onorario, poi passato a Jeffrey Tate, già primo direttore ospite dal 1998 al 2002. Dal settembre 2001 Rafael Frühbeck de Burgos è direttore principale, mentre dal 2003 Gianandrea Noseda è primo direttore ospite.
I concerti più significativi tenuti dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai si legano soprattutto a grandi eventi istituzionali, oltre naturalmente alle produzioni radiofoniche e televisive: ricordiamo, tra i più recenti, i concerti per la Festa della Repubblica (in molte edizioni dal 1997 ad oggi), il Capodanno 2000 in Piazza del Quirinale, l’apertura delle celebrazioni verdiane nella Cattedrale di Parma (2004) e la Traviata à Paris, con la direzione di Zubin Mehta, una produzione Rai in mondovisione che ha conseguito l’Emmy Award per il miglior spettacolo musicale dell’anno e il Prix Italia come miglior programma televisivo nella categoria dello spettacolo.

  • Per migliorare la tua navigazione sul nostro sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.